Cambiare è possibile!

Indubbiamente non è facile, e tutti lo sappiamo per esperienza personale, ma è possibile iniziare una vita nuova carica di speranza e di prospettive inaspettate. E’ quanto ci è dato di toccare con mano nel nostro servizio ai carcerati.

Una delle vie privilegiate, che io chiamo autostrada, per questo cambiamento è la scuola e su questa investiamo molto ogni anno nelle 11 carceri del Malawi che  seguiamo da vicino. Ogni anno la percentuale dei promossi nelle scuole delle carceri è superiore a quella di molte scuole private e costose. Quest’anno la media nazione di promossi alla maturità è stata molto bassa 50%, ma nelle carceri ha superato di molto la media nazionale. Nella nostra scuola del Centro di Riabilitazione per Giovani di Bvumbwe abbiamo raggiunto quasi il 100% perchè su 8 ragazzi che hanno sostenuto gli esami di maturità 7 sono stati promossi. Un vero record se si pensa alle condizioni in cui vivono i ragazzi detenuti. Anche nel carcere di Chichiri e di Zomba hanno avuto risultati soddisfacenti e alcuni dei promossi potranno sostenere l’esame di entrata all’università. Ovviamente attendono il nostro sostegno per pagare la tassa richiesta. Per noi che crediamo nella possibilità di riscatto e di una vita nuova, è una gioia grande unita alla profonda gratitudine per coloro che ci sostengono in vari modi in questa lotta contro l’ignoranza, madre di tanti mali.

Abbiamo già alcuni ragazzi che frequentano le scuole tecniche dopo essere usciti dal carcere, qualcuno è all’università perciò siamo continuamente a tendere la mano per loro perchè tutti provengono da famiglie poverissime o non hanno nemmeno i genitori.

La Provvidenza ci ha sostenuto in tutti questi anni e siamo certi che non ci lascierà mancare il necessario perchè il carcere sia per tanti giovani un trampolino di lancio verso orizzonti  che nessuno poteva immaginare.