Battesimi

Oggi, 22 gennaio, per i detenuti cattolici del carcere di Chichiri (1876 detenuti questa mattina) è stata una giornata speciale.  Infatti cinque uomini e due donne hanno ricevuto il battesimo  durante la S. Messa celebrata dal cappellano del carcere.

Motivazioni diverse hanno portato questi giovani uomini e donne (eccetto un uomo sulla sui sessanta) ad entrare a far parte della chiesa cattolica durante la loro detenzione. Qualcuno aveva sempre pregato nella chiesa cattolica, ma non aveva seguito il periodo richiesto di preparazione con incontri settimanali di catechesi nelle rispettive parrocchie. Il carcere ha offerto loro l’occasione per farlo. Il detenuto più anziano frequentava gli avventisti del settimo giorno, ma entrato in carcere ha cominciato a pregare con  i cattolici e a seguire le istruzioni fino ad arrivare al battesimo.

Battesimo uomini. Per tutti una camicia bianca, la veste candida del Battesimo

Una delle due donne era musulmana e certo non avrebbe dovuto finire in carcere perché non ha commesso nessun reato se non quello di legittima difesa. Aveva una relazione con un uomo violento, che conosco bene anch’io. Un giorno, durante una lite l’ha presa per il collo e lei per difendersi gli ha morsicato per bene il mignolo. L’uomo è andato dalla polizia (sono amici suoi) e ha fatto tutti i passi necessari perché fosse portata in tribunale e condannata. La corruzione esiste ovunque a tutti i livelli. Così Chipiriro (questo il suo nome fino a questa mattina) è entrata in carcere con i segni di graffiature sul collo per scontare una pena di due anni mentre il marito se ne sta libero e contento di averla fatta mettere in prigione.  Durante questo tempo di detenzione ha intessuto rapporti di amicizia con le altre detenute cattoliche e ha cominciato a pregare con loro. Pian piano è nato in lei il desiderio di farsi cattolica è oggi è stata battezzata con il nome di Gloria. Per lei, una ingiusta condanna si è trasformata in una scelta di vita nuova certamente non facile quando tra poco tornerà a casa.

Battesimo di Gloria

Il coro e tutti i presenti hanno cantato con entusiasmo e con gioia  ad ogni passo della cerimonia: Siete stati chiamati da Gesù…..Gesù è la mia forza…..Gesù è la mia luce…… Non sono più schiavo del maligno…. Io sono cristiano, questo nome è carico di gioia, di  onore e di forza! Prego per loro affinché sia sempre così.

Anna Tommasi

Lascia un commento